SHELL_Smart Living Technologies

 

Durata Progetto: 2012/36 mesi

Ente Finanziatore: Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca 

Sito riferimentoshell.smartlivingtech.it

Skills: save, sense, perceive

Macrotrend: smart cities, security and safety

Project Summary (OR2):

Il futuro, in ambito energetico, si chiama smart grid. Questo cambiamento nel sistema elettrico di distribuzione richiede nuovi sistemi di controllo in ambito domestico per controllare i carichi elettrici secondo il prezzo dell’energia e lo stato della rete di distribuzione.

In questo progetto, il sistema di controllo include i bisogni dell’utente: il suo comfort è una variabile importante e SHELL crede che l’ambiente non può essere domestico se il comfort dell’utente non è una priorità.

L’utente è quindi l’attore principale: ha la libertà di prendere decisioni secondo i propri bisogni e il controllore agisce secondo il volere dell’utente. In questo modo, l’efficienza energetica in ambito domestico è migliorata, così come le interazioni con l’esterno, seguendo i bisogni dell’utente.

OR2 : Manager dell’efficienza energetica

Questa attività mira a sviluppare tecniche di controllo per l’ottimizzazione delle performances dei sistemi energetici.  Algoritmi dedicati fungono da energy manager: producono infatti soluzioni che minimizzano i costi di produzione e massimizzano l’efficienza energetica.

I partners coinvolti in questa attività hanno competenze tecnologiche specifiche ed esperienze maturate nei rispettivi settori business. Inoltre, università e aziende collaborano al fine di sviluppare soluzioni software/hardware realmente implementabili e commerciabili.

Il bisogno di un manager dell’efficienza energetica nasce dall’unione di più dispositivi come fonti di energia rinnovabili, sistemi di accumulo e carichi elettrici che devono essere controllati e coordinati al fine di ottimizzare al meglio il flusso di energia e l’efficienza del consumo. Tali sistemi si collocano sia in abito domestico che industriale.

Con questa attività si vanno a coprire le seguenti aree di interesse:

  •  Analisi dei consumi e della domanda in ambito domestico considerando anche sistemi di illuminazione e impianti termici,
  •  sviluppo di tecniche di controllo e di ottimizzazione di sistemi di accumulo in ambito sia domestico che industriale,
  • sviluppo protocolli di comunicazione, moduli di acquisizione ed elaborazione dati, sistemi di diagnosi guasti nel framework di interoperabilità.
Project Summary (OR4):

Nella domotica tradizionale, ogni servizio dispone di uno schema specifico e i diversi servizi sono indipendenti ossia non “parlano” o interagiscono tra di loro. Questo porta a duplicazioni costose, difficoltà nella coordinazione delle funzionalità, imprevisti costi di esercizio e a una ridotta efficienza della domotica, in termini di sicurezza, comfort ed economia. Pertanto, per evitare questo tipo di problemi, è molto importante un unico framework per l’integrazione dei servizi e la comunicazione. Il framework di interoperabilità garantisce un alto livello di comfort degli spazi abitativi; garantisce protezione e sicurezza contro eventi dannosi per le strutture e per chi ci abita e permette un consumo energetico contenuto.

SHELL, in particolare il quarto obiettivo realizzativo (OR4), propone e sviluppa un manager della sicurezza. Questo sarà in grado di gestire e integrare in un unico framework tutti gli aspetti di sicurezza legata alle persone e quella legata agli edifici. Questo manager consente la supervisione e l’ottimizzazione degli allarmi per la manutenzione ordinaria e straordinaria e una riduzione delle perdite di tempo. In caso di rischio, la telegestione di allarmi tecnici attiverà tutte le procedure legate all’intervento a seguito dell’evento. Queste procedure saranno attive durante tutta la fase di emergenza. I singoli allarmi saranno trasferiti automaticamente a diversi soggetti, in base alle priorità stabilite per l’utente finale; il Centro Servizi; la società di sicurezza; la società per la manutenzione, ecc. Il manager della sicurezza sarà sviluppato tramite algoritmi e modelli per la gestione della manutenzione preventiva e la ripartizione diagnostica presenti in letteratura.

Monitoring system layout del Leaflab (Loccioni)

Leaf House – Loccioni

Monitoring system layout

Partner